IMPARARE E RICORDARE AL VOLO – Conoscere le Mappe mentali e superare l’esame per l’attestato Pilota di APR

2° EDIZIONE DEL

GRUPPO DI STUDIO PER IL CONSEGUIMENTO DELL’ATTESTATO DI PILOTA APR (DRONI)

IMPARARE E RICORDARE AL VOLO
Conoscere le Mappe mentali e superare l’esame per l’attestato Pilota di APR (Patentino Droni)

Mappe Mentali: il metodo per “ricordare al volo” concetti e nozioni. L’associazione sestese Idrovolo ha sperimentato questa tecnica di apprendimento molto utilizzata anche nei corsi per incrementare il proprio potere mnemonico in occasione del suo Primo Corso Droni. E i risultati non si sono fatti attendere. Degli oltre trenta partecipanti alle lezioni in streaming per conseguire l’Attestato Pilota di APR (Patentino Droni), oltre dieci neo-piloti di droni hanno applicato la tecnica di studio e hanno ottenuto l’attestato dopo poco più di due settimane. Ora Idrovolo è pronta a lanciare il Secondo Corso gratuito per i suoi soci, che potranno così sostenere l’esame ENAC entro il 1° luglio, data oltre la quale gli esami potranno subire un incremento dei costi (attualmente è possibile replicare il test per un massimo di sei volte spendendo unicamente 31 euro dopo aver superato positivamente l’esame. In futuro si prospetta il pagamento anticipato per ogni singolo tentativo utile all’ottenimento dell’Attestato). “Si tratta di un’occasione unica” spiega Giuseppe Lapenta, presidente di Idrovolo. “Finora era possibile ottenere l’attestato esclusivamente frequentando corsi di volo presso scuole certificate, a un prezzo di gran lunga superiore e con modalità d’esame decisamente più rigide. Oggi per chi voglia cimentarsi nel mondo dei droni, anche per esigenze lavorative, questa è un’ottima notizia. La nostra associazione propone agli associati un gruppo di studio guidato da tutor competenti in ambito aeronautico, istruttori certificati di droni e professionisti del volo, che oltre a dotare i partecipanti di materiale didattico sono di supporto alla preparazione dell’esame online”. Lo studio è agevolato dall’utilizzo delle mappe mentali. Ma che cosa sono? “è una rappresentazione schematica di concetti e informazioni” spiega Claudio Tessarolo, socio e manager dell’associazione milanese UnBreakFast. “In un unico foglio possono essere inserite tutte le nozioni di un testo o di più documenti. Possono essere realizzate a mano ma soprattutto con semplici programmi elettronici gratuiti come Freemind: in questo modo è possibile collegare più temi, immagini, filmati. Sfruttando elementi come i colori, i simboli, alcune parole chiave, è più facile ricordare tutto un argomento e ripassarlo a distanza di tempo senza dover necessariamente rileggere tutti i testi”. Tessarolo in occasione del nuovo corso droni – che partirà il 5 giugno 2020 (iscrizioni aperte dal 30 maggio) – illustrerà le mappe mentali, il loro utilizzo e il modo più efficace per applicarle allo studio grazie a tecniche e suggerimenti.
Così Idrovolo si apre a un nuovo pubblico: non soltanto appassionati del volo, ma anche studenti e professionisti che vogliano apprendere questa tecnica molto utilizzata dai manager e dagli istruttori.

Per info: www.idrovolo.it
Mail: info@idrovolo.it

220total visits,1visits today

Pubblicato in News